Inviaci una segnalazione

COME COMPORTARSI NEL CASO SI OSSERVI UN ANIMALE MALTRATTATO

Per maltrattamento si intende sia quello attivamente eseguito da una o più persone, sia quello passivo che si esercita per esempio, tenendo un animale in gabbia, a catena corta o con collari stretti, non permettendogli di fare passeggiate, esposto al sole od alla pioggia, senza una cuccia adeguata alla sua taglia, senza acqua o cibo, scarsa igiene ( escrementi o residui di cibo, contenitori del cibo ed acqua sporchi ), condizioni sanitarie che possano pregiudicare la sua salute ( presenza di parassiti come zecche, pulci, lesioni cutanee, dermatiti, sanguinamenti ecc. ).

1 – Cercare di reperire le generalità della persona che esegue i maltrattamenti, sia su cani padronali che randagi.

2 – Se possibile eseguire fotografie dell’animale che visualizzino eventuali lesioni esterne, condizioni sanitarie precarie, nonché, ove fosse necessario, fotografie durante l’esecuzione del matrattamento, in caso il maltrattamento possa pregiudicare la vita o arrecare danni evidenti all’animale, intervenite con l’aiuto di altre persone e chiamate il 113-112 o le Guardie Zoofile locali.

3 – Evitate d’intervenire personalmente sollecitando la persona ad adottare le misure di detenzione previste dalla legge, il proprietario potrebbe abbandonare o far del male all’animale prima del nostro intervento.

Non intimoritevi, l’omerta’ la paghiamo noi stessi sulla nostra pelle, quando poi gli altri non intervengono ad aiutarci.

Le segnalazioni devono contenere il maggior numero d’informazioni, al fine di permettere alle Guardie Zoofile di individuare con sicurezza il luogo e poter effettuare il sopralluogo.

–  indirizzo esatto con numero civico e piano se trattasi di uno stabile

–  possibilmente cognome della persona segnalata

–  orari e giorni in cui possiamo trovarla

–  foto dell’animale, dello stabile e del luogo di detenzione

–  descrizione sintetica della segnalazione

–  telefono del segnalante

Desideriamo ricordarvi che non apparteniamo ad alcuna Forza dell’Ordine, quindi non possiamo eseguire sequestri degli animali, neppure chi e’ in possesso del Decreto Prefettizio.

Garantiamo per quanto possibile l’anonimato, solo nel caso di denuncie presentate alla Procura della Repubblica, su richiesta del magistrato, siamo obbligati a fornire l’identita’ del segnalante.

Una volta inviata la segnalazione non pretendiate un intervento rapido, ricordatevi che siamo volontari, abbiamo anche noi una vita privata, dedichiamo tutto il tempo possibile a questa attivita’, non siamo il 113 con pattuglie 24h.

Se le condizioni dell’animale sono tali da richiedere il suo allontanamento, chiediamo al proprietario se e’ disposto alla cessione, ma solo dopo aver contattato Associazioni locali disposte alla sua ricezione in attesa di adozione, non abbiamo stalli e non siamo un canile o gattile.

* Inviando questo modulo si acconsente al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003

Questo sito utilizza cookie per migliorare la navigazione e il sito stesso. Proseguendo la navigazione acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi